Storia

La Storia Dei Miss’K

In un mondo che richiede sempre più una presa di coscienza dell’ essere interiore, una ricerca del proprio io e una speranza di purificazione del genere umano, nasce nel 2003 un progetto basato sul no-sense musicale e sullo sputtanamento dell’essere interiore, esteriore e anche, purtroppo, posteriore….

In principio il progetto si sviluppava sull’ammaliamento delle giovani donne (diventando così la nuova ed ennesima boy-band del globo), cercando con passi ancheggianti e facce ritinte e rosolate, di fare breccia nelle donzelle di 2 o 3 anni…

Dopo un accusa di pedofilia per la troppa attenzione rivolta dal gruppo a questa sostanziosissima (ma pur sempre piccina) fetta di mercato, i 5 “elementi” decidono che il miglior modo per uscire dalla routine di tutti i giorni (c’era chi lavorava come mercante di figurine pokemon, chi come rastrellatore di foglie secche nei parchi d’autunno, chi come segnalatore di posti di blocco, chi come confezionatore di libri in brail antico….ci pensate che due “ruotine”??) è incominciare a fare la musica!!!!!!!

Smessi i panni di boy-band i 5 diventano poco a poco una deviados-band……..
Appena dopo i primi concerti (in quel del Mugello e Val di Sieve), i loro adepti si moltiplicano di volta in volta, grazie all’estrema carica erotica sprigionata dal gruppo ad ogni esibizione (purtroppo insieme ad altre esalazioni), influenzando il pubblico a tal punto da cambiare l’andamento della tendenza demografica.

Infatti, dopo due ore di concerto, verrà da dire allo spettatore/ice accoppiato/a, e ignaro/a delle emanazioni “miss’k-iane”,: “Cara/o, sento quel certo languorino….miss’k di farlo…sai????”.

Per lo spettatore/ice single, invece, l’effetto diventa quasi devastante, perché in questo caso, non si toccherà più l’aspetto demografico, bensì quello fognario!!!!….